Archivi categoria: Ipse dixit

Appunti per un grande scrittore dimenticato

Vittima di un oblio quasi assoluto in morte e di gran irriconoscenza in vita: Sherwood Anderson, maestro, mentore, guida, mecenate di tanti scrittori. Soprattutto William Faulkner e Ernest Hemingway gli dovevano molto. Eppure da loro ottenne derisione e dolore.   … Continua a leggere

Pubblicato in Ipse dixit, Libri, Mai più letti | 16 commenti

Triste solitario y final

Non vi dico addio. Vi dissi addio quando significava qualcosa. Vi dissi addio quando ero triste, in un momento di solitudine e quando sembrava definitivo. Il lungo addio, Raymond Chandler

Pubblicato in Fatti miei, Ipse dixit, Senza categoria | 2 commenti

L’imperatore e (ancora) il pomodoro

La querelle Pascale-Citati intorno a un pomodoro, da queste parti fa ancora discutere, e se so per certo che Pascale un po’ rosica, sono quasi convinta che Citati invece, dopo la stoccata su Repubblica, di tutta la polemica, ora se ne … Continua a leggere

Pubblicato in against, Ipse dixit, Libri | 8 commenti

Fictio idem operatur, quod veritas

Mentre cercavo le esatte parole di una citazione che mi serviva per recensire questo libro, mi sono imbattuta in un’affermazione di Paul Valéry, tratta dalla Piccola lettera sui miti (in Œuvres, edizione a cura di J. Hytier, Paris, Gallimard, 1957 e … Continua a leggere

Pubblicato in against, Ipse dixit, Libri | 10 commenti

Tempi (poco) interessanti

“Ci sono tempi in cui le storie sono nelle cose, è il mondo stesso che tende a raccontarsi, e lo scrittore diventa uno strumento. E ci sono tempi – come oggi – in cui il mondo di per sé pare non … Continua a leggere

Pubblicato in Ipse dixit | 17 commenti

Critica da Bar dello Sport

Rileggendo Opera aperta di Umberto Eco ho ritrovato un aneddoto divertente circa il rapporto tra autore e critica (nel caso specifico ancora più emblematico perché Eco è un critico – o meglio uno studioso – tra critici). Scrive Eco nell’introduzione … Continua a leggere

Pubblicato in against, Ipse dixit | 3 commenti

You’re Welcome!

“Ben venuti, dico: in ispecie a quanti di voi condividono i miei progetti e soffrono dei miei stessi turbamenti, e partecipano di ciò che mi dà gioia, come si usa tra amici: unitevi a me in lieti conversari e mangiamo … Continua a leggere

Pubblicato in Fatti miei, Ipse dixit | 15 commenti

I never can say goodbye

“Se me ne restavo lì era perché cercavo di trovare il senso di una specie di addio. Voglio dire che ho lasciato scuole e posti senza nemmeno sapere che li stavo lasciando. E’ una cosa che odio. Che l’addio sia … Continua a leggere

Pubblicato in Ipse dixit, Libri | 8 commenti

Dolente declinare

Fino a martedì prossimo in edicola c’è l’ultimo numero di “Stilos” con un mio pezzo su Raffaele Crovi, poco più di un profilo dell’uomo e della sua opera: è l’articolo più brutto che io abbia mai scritto. E sapevo che … Continua a leggere

Pubblicato in Fatti miei, Ipse dixit, Libri | 24 commenti

The winner is

Veramente difficile ripetere il medesimo stratagemma. Dopo tutto, avevo ragione io. Quasi.

Pubblicato in against, Fatti miei, Ipse dixit, Libri, Robe da blog | 2 commenti

L’insostenibile leggerezza

“è talmente pelle e pelle soltanto che non si sa di che parlare con lei. Sa baciare e ridere, e basta.” da Figli di Libero Bigiaretti, p. 146, Vallecchi, 1974.    

Pubblicato in Ipse dixit, Libri | 17 commenti

Barche controcorrente, risospinti senza posa nel passato

Scott a Zelda, 26 aprile 1934 … e la sola tristezza è vivere senza di te… Tu e io siamo stati felici; non siamo stati felici una volta sola, siamo stati felici mille volte… Dimentica il passato – quella parte … Continua a leggere

Pubblicato in Ipse dixit, Libri | 14 commenti

Baricco non ci sta!

La critica sarà pure morta, ma se ne parla sempre moltissimo. Origine se n’è occupata ampiamente nell’ultimo numero con una bella inchiesta (che potete leggere a spizzichi e bocconi da Davide qui e da Loredana Lipperini qui e poi qui e ancora qui) e … Continua a leggere

Pubblicato in Ipse dixit, Libri, Non di soli libri | 15 commenti

Maraviglia

“Non so immaginare niente di più tragico che essere sull’orlo di un mistero e non meravigliarsi”. C. D. Simak, L’ospite del senatore Horton

Pubblicato in Ipse dixit, Miscellanea | 9 commenti

Preliminaria

“Andrò dappertutto e vedrò tutto. Conoscerò tutta la gente che potrò conoscere. Penserò tutti i pensieri, proverò tutte le emozioni di cui sono capace, e scriverò, scriverò, scriverò.” Thomas Wolfe

Pubblicato in Ipse dixit | 3 commenti